Google Earth come prova degli abusi edilizi

Le nuove tecnologie hanno un impatto sempre maggiore nell’edilizia, spesso nonostante non siano state create per lo scopo per cui poi vengono impiegate.

E’ il caso di Google Earth, il software gratuito di Google, in grado di generare tour virtuali della Terra grazie alle immagini ottenuti dai satelliti e dai dati topografici memorizzati su piattaforma GIS.

Proprio queste immagini sono state utilizzate in tribunale per provare l’esistenza di abusi edilizi o per verificare che una dichiarazione di inizio attività non sia stata seguita da effettivi lavori. La Cassazione, con diverse sentenze, ha stabilito che le immagini di Google Earth hanno efficacia probatoria, sia in sede amministrativa che penale.

Tra i casi portati in tribunale, ad esempio, c’è una pratica di sanatoria per una costruzione che, dalle immagini di Google Earth, è risultata essere stata costruita dopo il termine cui faceva riferimento la normativa per il condono.

Oppure il caso di una dichiarazione di inizio lavori di sistemazione a norma di legge di un edificio, che non sono invece mai iniziati, come evinto dai fotogrammi satellitari registrati un anno dopo.

Prima di acquistare una casa, è bene sempre effettuare una verifica su stato di ipoteche e regolarità edilizia. Gli esperti del team Romagna Case sono in grado, utilizzando tutti gli strumenti a loro disposizione, compreso Google Earth, di verificare esattamente lo stato dell’immobile. Se hai dubbi su un immobile che ti interessa, contattaci e ti aiuteremo a controllarne la regolarità.

[X]
Per migliorare il servizio noi e nostri partner utilizziamo cookie tecnici e di profiliazione anche di terze parti per mostrarti offerte di tuo interesse. Continuando la navigazione del sito o chiudendo questo banner ne accetti l'utilizzo. Accetto i cookie