Gli effetti del Covid-19 sul mercato immobiliare

Come cambierà il mercato immobiliare alla luce degli effetti dell’emergenza Covid-19? I prezzi del mattone cresceranno o caleranno? E il numero delle compravendite?

Se fare una previsione a lungo termine è quasi impossibile perchè la pandemia è tuttora in atto e non sappiamo se sia già stato raggiunto il picco in giro per il mondo, si possono comunque provare a formulare ipotesi, sulla base delle crisi del mercato già verificatasi in passato a fronte delle altre crisi economiche.

 

Per quel che riguarda gli investimenti, quello sul mattone, così come per l’oro, resta tra i più sicuri perché si tratta di un bene fisico, tangibile, non soggetto a volatilità come un titolo finanziario.

Tuttavia un effetto dell’emergenza potrebbe essere la volontà per i risparmiatori di non fare in alcun modo investimenti, preferendo risparmiare in attesa di conoscere gli sviluppi economici.

 

Dal punto di vista dei mutui, in un momento in cui le rate delle famiglie in difficoltà sono sospese con decreto governativo straordinario (per saperne di più clicca qui), non è mai stato invece così conveniente stipularne uno nuovo. I tassi di interesse sono ai minimi storici, con valori mai toccati prima, al punto che conviene scegliere il tasso fisso invece che il variabile.

E difatti, se si analizzano i dati più recenti, tra la fine dello scorso anno e l'inizio del 2020, in Emilia Romagna si era verificato un aumento dell’1,2% nei prezzi di compravendita, e del numero delle compravendite stesse, segnale che il mercato era vitale e prospero.

 

Quello che potrebbe succedere ora però è che la domanda scenda, perché le famiglie si troveranno ad avere minore disponibilità economica. Ma in realtà potrebbe invece salire, perchè invece sceglieranno di destinare tutte le proprie risorse nell’acquisto di una casa confortevole, tagliando su tutto il resto, dato che, come è emerso con prepotenza in questi mesi, è quello domestico il rifugio più sicuro per mettersi al riparo dall’emergenza sanitaria.

 

Si potrebbe configurare infine anche una crisi dei locali commerciali, per mutate abitudini di acquisto dei consumatori che hanno sperimentato i vantaggi dello shopping online, ma potrebbe verificarsi allo stesso tempo un boom di vendite dei magazzini necessari alla logistica degli e-commerce.

 

Tanti gli interrogativi e al momento poche le risposte, ma qualunque sia lo scenario che si profilerà nei prossimi mesi, noi di Romagna Case continueremo ad avere a cuore una sola cosa, la tua casa.

[X]
Per migliorare il servizio noi e nostri partner utilizziamo cookie tecnici, di profiliazione e servizi anche di terze parti per mostrarti offerte e servizi di tuo interesse. Continuando la navigazione del sito o chiudendo questo banner ne accetti l'utilizzo. Accetto i cookie