Acquisto casa condizionato: in quali casi si può subordinare un acquisto?

Acquistare un immobile è certamente una delle scelte più importanti che una persona si trova ad affrontare e, per quanto si possa essere certi dell’immobile che si desidera, si tratta sempre di un acquisto che può creare titubanze e può nascondere qualche rischio.

Non tutti sanno però che è possibile applicare forme di tutela preventiva in modo tale da proteggersi riguardo a eventuali incognite. Il processo di compravendita immobiliare offre infatti, come strumento di tutela, la possibilità di condizionare l’accordo.

In un articolo precedente abbiamo visto la proposta di acquisto subordinata al mutuo, che consente di vincolare l’acquisto di un immobile all’accettazione del mutuo da parte della banca (se non hai letto l’articolo ti invitiamo ad approfondire l’argomento cliccando qui (https://www.romagnacase.it/news/la+proposta+di+acquisto+subordinata+al+mutuo-49).

Il vincolo all’accettazione del mutuo, pur essendo il più conosciuto per quanto riguarda le tutele nella compravendita, non è però l’unico. 

Noi di Romagna Case ci teniamo molto a far conoscere, ai nostri clienti, tutte le possibilità che hanno a disposizione per tutelarsi durante la compravendita di un immobile. Andiamo quindi a vedere insieme quali sono le condizioni a cui è possibile vincolare la compravendita, in modo tale da minimizzare eventuali rischi.
 

  1. Vincolo di acquisto legato alla vendita immobiliare


Desideri acquistare una nuova casa e nel frattempo vendere quella in cui attualmente vivi?

Il vincolo di vendita è una condizione che consente a una persona di avanzare una proposta di acquisto, vincolando però l’acquisto effettivo alla vendita del proprio immobile.

Sono diversi i fattori che possono porre in essere questa necessità, ad esempio si potrebbe aver bisogno di estinguere un mutuo o si potrebbe avere necessità della liquidità derivante dalla vendita del proprio immobile.

Fondamentale in questo caso è la scadenza, stabilire una data è fondamentale per la tutela del venditore. Se entro la data prestabilita non risulta venduto l’immobile, la proposta decade e si ritiene nulla.

Proprio perché si tratta di una proposta che contiene un vincolo, il termine indicato non sarà mai molto lungo.

Se hai intenzione di acquistare solo a seguito di una vendita dell’immobile di tua proprietà, è necessario affidarsi a professionisti del settore per individuare una stima dei tempi presumibilmente necessari.
 

  1. Vincolo legato alla richiesta di un parere favorevole al Comune

Il secondo vincolo di cui vogliamo parlare è quello relativo alla richiesta di un parere favorevole al Comune per quanto riguarda un intervento che si necessita apportare all'immobile. 

Cosa significa questo?

Se hai necessità particolari di abitazione e la casa che desideri acquistare, al momento, non soddisfa le caratteristiche desiderate, potrebbe essere necessario apportare delle modifiche o degli interventi di ristrutturazione.

Per non rischiare di acquistare un immobile e scoprire solo successivamente che non è possibile apportare le modifiche richieste esiste la possibilità di vincolare l’acquisto al “parere favorevole del comune”.

Apportare questo vincolo può essere necessario nei seguenti casi:
 

  • La prima casistica può interessare un appartamento da ristrutturare in cui si vogliono apportare modifiche importanti e per questo è necessario contattare il Comune per chiedere se è possibile effettuarle.
  • La seconda casistica, invece, riguarda la ristrutturazione completa di un immobile che necessita sempre il permesso da parte del Comune.
 
  1. Vincolo di Prelazione Agraria

Questo vincolo può scattare quando si è interessati a un terreno agricolo e lo si desidera acquistare senza scendere al di sotto di una determinata quantità di ettari. Ad esempio con 10 ettari di terreno si aprono possibilità di costruzioni e diritti che un quantitativo inferiore di ettari non permetterebbe. 

Nella vendita di terreni agricoli però esiste il diritto di prelazione che dà diritto ai proprietari di terreni confinanti di avere la precedenza sull’acquisto. Questo diritto di precedenza potrebbe quindi far diminuire gli ettari del podere disponibili all’acquisto, il compratore si potrebbe quindi trovare nella condizione di dover acquistare un terreno più piccolo di quello che desiderava, cosa che farebbe decadere eventuali benefici.

Attraverso questo vincolo sarà quindi possibile apporre una condizione secondo la quale se gli ettari a disposizione dovessero diminuire si potrebbe venire meno all’acquisto.

L’importanza di essere chiari​


La richiesta di acquisto condizionato oltre a mettere una condizione di “incertezza” alla vendita - che verrebbe meno al verificarsi, o al non verificarsi, di determinate condizioni - implica un dilungamento dei tempi, per questo motivo è bene chiarire che il venditore potrebbe essere meno propenso a trattative e agevolazioni sul prezzo.

Inoltre è importante sapere che per sottoporre una condizione sospensiva a un accordo preliminare è obbligatorio:
  • determinare in modo chiaro l’evento futuro e incerto oggetto della condizione;
  • determinare le tempistiche di tempo entro le quale dovrebbe verificarsi l’evento;
  • determinare che cosa succede al verificarsi della condizione, o al decorso del tempo in cui questa avrebbe dovuto verificarsi senza che sia avvenuta.

Vuoi acquistare un immobile?

Qualunque sia la tua esigenza di acquisto contattaci e richiedi una consulenza. 
I consulenti Immobiliari Romagna Case sapranno indicarti la strada migliore per avviare una compravendita in tutta sicurezza.


​​​​​​





 


 

[X]
Per ulteriori informazioni consulta la nostra Cookie Policy